Home _In evidenza Agraria: Seminario su Pac con i vertici Agea

Agraria: Seminario su Pac con i vertici Agea

437
0
SHARE

Nessuno deve rimanere fuori dai pagamenti Pac. Contributi fondamentali per la sopravvivenza delle nostre imprese agricole. Perché questo accada occorre aumentare i servizi. Sembra necessario che il governo trasferisca maggiori risorse umane e finanziarie ad Agea.

Questa mattina sono intervenuto al seminario “Agea e la Pac” ospitato presso l’aula magna del Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali di Perugia, diretto dal professore Francesco Tei. L’incontro, moderato dal Professor Angelo Frascarelli, si è aperto con le domande di quattro studenti del corso di Economia e Politica agraria. Al centro dei quesiti l’articolazione territoriale degli organismi pagatori, il meccanismo di presentazione della domanda unica e i controlli sui pagamenti diretti. Quesiti a cui hanno risposto con puntualità e trasparenza il direttore di Agea, dottor Stefano Antonio Sernia, e il dirigente del Sin, dottor Mariano Laghezza.

Agea copre più del 50% di erogazione dei contributi comunitari tra i nove organismi pagatori presenti nel nostro Paese, concentrati prevalentemente nel nord Italia. Serve tredici regioni e si occupa di circa 650mila domande all’anno. Ha avviato procedure di gara su servizi Sian ed una rotazione dei dirigenti. Registra una evoluzione della governance significativa, indispensabile per assolvere alle proprie funzioni. In gioco ci sono milioni di contributi per i nostri agricoltori. Solo la scorsa settimana sono stati effettuati pagamenti anticipati per un valore di 26,6 milioni di euro ad oltre 10mila aziende umbre. E per fine mese è prevista una erogazione di ulteriori 400milioni.

La strada da perseguire è l’adozione di un modello di relazioni istituzionali basato su trasparenza e condivisione. Il governo deve garantire con risorse adeguate l’implementazione di questo percorso. Il seminario organizzato ad Agraria ha creato gli spazi per un ragionamento concreto a vantaggio dei nostri agricoltori. Settore che fatto sentire la propria voce al termine dell’incontro universitario attraverso gli interventi di Albano Agabiti, presidente di Coldiretti Umbria, Cristiano Casagrande, Direttore di Confagricoltura Umbria, Clelia Cini, rappresentante dei giovani agricoltori della Cia e Franco Garofalo, dirigente Sviluppo rurale e agricoltura sostenibile della Regione Umbria.

Filippo Gallinella,
Portavoce M5S
Camera dei Deputati