CONDIVIDI
ludopatia, regione si opponga a intesa stato-regioni

LUDOPATIA, M5S: SE REGIONE UMBRIA E’ DAVVERO NO SLOT, SI OPPONGA NELLA PROSSIMA CONFERENZA STATO-REGIONI.

Apprendiamo che la Regione Umbria ha lanciato il concorso di idee “Umbria No Slot” in vista della campagna di prevenzione e contrasto al gioco d’azzardo. 
Se davvero la Giunta Marini vuole dimostrare di stare dalla parte del contrasto all’azzardopatia, allorala settimana prossima, il 3 e 4 maggio, si metta di traverso rispetto alla possibile intesa in Conferenza Stato e Regioni.
In quella occasione, proprio tramite il supporto delle Regioni, dovrebbe essere infatti approvata un’intesa che peggiorerebbe le politiche di contrasto all’azzardo. Mentre, da un lato, si intende aumentare la tassazione sulle slot, dall’altra si vuole favorire la possibilità di impiantare sale e VLT sul territorio, finendo per annullare il lavoro svolto in questi anni dai sindaci che, con le loro delibere, sono stati il principale baluardo contro il proliferare dell’azzardo.
La Regione Umbria, dunque, si metta concretamente di traverso, bloccando tale iniziativa e tutelando davvero la salute dei nostri cittadini e delle loro famiglie
Andrea Liberati – Maria Grazia Carbonari
M5S Regione Umbria