CONDIVIDI

Necessaria un’indagine conoscitiva sulla gestione degli appalti pubblici. Il M5s a tutti i livelli produrrà uno sforzo senza precedenti. Richiesta documentazione sull’affidamento dei servizi socio-assistenziali in ASL 2.

A fronte delle numerose segnalazioni da parte di operatori del settore, persone con disabilità e familiari, il M5S ha deciso di predisporre una serie di interrogazioni ed accessi agli atti al Comune di Terni, alla ASL 2 e alla Regione Umbria.

L’obiettivo è quello di verificare l’effettivo rispetto dei progetti e dei capitolati previsti nel bando, che i vincitori della gara d’appalto per l’affidamento dei servizi assistenziali e socio-sanitari si sono impegnati ad adempiere.

Il M5s a tutti i livelli profonderà uno sforzo senza precedenti per accendere un faro sulla gestione degli appalti pubblici, visto anche che molti cittadini, stanchi della malagestio diffusa stanno trovando ora il coraggio di denunciare.

Le recenti cronache giudiziarie di Terni, iniziate lo scorso novembre con l’Operazione ‘Spada’ che hanno coinvolto oltre al sindaco quasi trenta persone, hanno portato alla luce rilevanti anomalie e irregolarità. Tali condotte, che dovranno essere accertate dalla Magistratura nelle sedi opportune, hanno comunque cagionato danni inqualificabili alla città, alla regione, alle famiglie, alla libera concorrenza delle imprese.

Si rende necessaria a nostro avviso una approfondita analisi conoscitiva degli affidamenti da parte degli Enti avvenuti negli ultimi dieci anni, verificando eventuali anomalie, dagli affidamenti al rispetto dei capitolati d’appalto, che possono aver recato danno alla cosa pubblica.

Su questo punto abbiamo predisposto una ulteriore interrogazione per verificare le intenzioni della Giunta regionale a riguardo.