CONDIVIDI
Rapporti Marini Valenti Cosp
…Il presidente del cda di Cosp, Danilo Valenti, è un uomo che coltiva relazioni che contano nella sinistra locale. È legato alla governatrice del Pd Catiuscia Marini per ragioni politiche e lavorative: è vice presidente di Legacoopservizi, della quale Marini è dipendente in aspettativa; nelle occasioni pubbliche si fanno vedere spesso insieme; la sua società risulta tra i finanziatori della campagna elettorale di Marini” (da La Repubblica, pag. 9, edizione odierna).
Dopo innumerevoli denunce politiche a firma M5S, basterebbero queste poche righe per descrivere il rischio di scivolosi intrecci tra politica e affari in Umbria.
Come mai oggi la presidente di Regione Umbria, Catiuscia Marini, non leva mezza parola, ma è silente, dopo averci ubriacato da sempre di misera propaganda?
Avrà forse letto Repubblica, edizione odierna? E aveva analizzato in passato gli articoli de La Verità? Aveva visto Le Iene, considerando che, per numerosi servizi, fu pure meritatamente protagonista?
Avrà forse finalmente riflettuto sulle segnalazioni reiterate che il M5S ha mosso a ogni livello istituzionale per chiedere conto delle opacità di appalti e subappalti sui quali ogni diramazione dello Stato, Regione inclusa, ha infine preferito tacere?
Ci aspettiamo che la presidente torni subito in Aula a chiarire definitivamente la natura dei rapporti pregressi e attuali esistenti con COSP e Danilo Valenti. 
Catiuscia Marini non può continuare a fare la statua di sale: se può, allontani le lunghe ombre che politica e stampa adombrano regolarmente da tempo sulla sua figura. Altrimenti abbandoni subito l’incarico pubblico