CONDIVIDI
treno talete
Il MoVimento 5 Stelle chiede pubblicamente che la Giunta regionale renda noti i dati sullo stato della linea Ex FCU derivanti dell’analisi effettuata mediante il convoglio di RFI denominato “Talete”.
Già da settembre, mentre la Presidente Marini lanciava strali contro i soliti i “gufi”, minacciando che “l’ex Fcu che chiude definitivamente è una notizia falsa e la Regione su questo intende tutelarsi diffidando chi parla in maniera diversa”, l’assessore Chianella esponeva l’ennesimo piano di ristrutturazione e rilancio. Il presupposto stesso del piano di manutenzione sarebbe stata l’analisi della linea mediante il convoglio di RFI denominato “Talete”, progettato per analizzare a fondo lo stato di salute della linea ferroviaria. Talete, secondo quanto affermato dall’assessore Chianella in Consiglio regionale, avrebbe analizzato la linea Ex FCU nei primi giorni di ottobre.
Riteniamo fondamentale accedere a tali dati al fine di valutare il realismo delle reiterate promesse della Giunta e per comprendere le reali condizioni della linea ferroviaria. Abbiamo già inoltrato la richiesta all’assessorato trasporti della Regione Umbria che sostenendo di non avere i dati, ci ha invitato a chiederli ad Umbria Mobilità “unica responsabile” della Ex FCU. Abbiamo allora scritto ad Umbria Mobilità, che ha però affermato che quei dati, “non sono nella sua disponibilità”, rimpallando alla stessa RFI la nostra richiesta.
Seguendo questa “caccia al tesoro”, abbiamo inviato pochi giorni fa la richiesta ad RFI.
Non tollereremo un ennesimo, ulteriore rimpallo di responsabilità per ottenere dei dati che la Giunta regionale avrebbe già dovuto avere da diverso tempo.
In attesa del responso, dobbiamo comunque prendere atto che da circa tre mesi non si riesce a sapere il reale stato della linea Ex FCU, con la Giunta che continua a pontificare sulla rinascita, apparentemente senza neppure conoscere il suo stato di conservazione. Ci chiediamo se “Talete” è un “treno diagnostico” oppure un “treno fantasma”.
Ricordiamo a tal proposito che uno dei temi centrali affrontati dalla Commissione consiliare d’inchiesta sui trasporti riguarda proprio la triste sorte toccata alla Ex Ferrovia Centrale Umbra, la quale, dopo annunci caduti nel vuoto per anni e scarse manutenzioni che ne avrebbero compromesso la sicurezza, è stata “temporaneamente” chiusa e trasferita dalla Regione ad RFI.