Home _In evidenza Vitalizi, il PD umbro voti l’atto del M5S.

Vitalizi, il PD umbro voti l’atto del M5S.

1505
0
SHARE
Elenco dei vitalizi pagati dalla Regione Umbria ad ex Consiglieri regionali
Elenco dei vitalizi pagati dalla Regione Umbria ad ex Consiglieri regionali
Lo scorso 21 dicembre abbiamo registrato il momento forse più basso di questa legislatura regionale.
La presidente Marini urlava e pretendeva che gli uffici dichiarassero “inammissibile” il nostro emendamento (già dichiarato ammissibile) che prevede, tra altre misure di giustizia sociale, anche il divieto di cumulo dei vitalizi dei consiglieri regionali, con quello di parlamentare nazionale o europeo: la presidente Marini si agitava, forse per paura di perdere il suo privilegio personale e le sue doppie pensioni [http://bit.ly/2DrTuhrhttps://goo.gl/2vymya]?
Tale proposta, già legge in Toscana, Emilia Romagna e, parzialmente, in Campania, prevede minime misure di buon senso tra cui anche l’obbligo di pubblicazione dei beneficiari, un taglio per 3 anni e la sospensione del vitalizio quando si viene interdetti dai pubblici uffici.
Noi vorremmo ben altro, tra cui il ricalcolo contributivo dei vitalizi -si ottiene quel che si è versato- ma, quando lo proponemmo due anni fa, fu sonoramente bocciato [http://bit.ly/2ECwZTT] e peggio ancora accadde quando proponemmo di tagliare le indennità di almeno 1.600 euro [ https://goo.gl/Rg7QjZ], con strepiti degni di un film dell’orrore da parte del capogruppo PD Chiacchieroni.
La nostra proposta odierna -che, sull’argomento, è il minimo sindacale- è fondata anche su recenti pronunce della Corte Costituzionale e Consiglio di Stato: tali Istituzioni hanno ribadito come questi vitalizi sono privilegi e non diritti assimilabili alla pensione, smentendo il pretesto dei “diritti quesiti”.
Oggi sarebbe improvvisamente avvenuto il miracolo: dopo alcuni taglienti articoli di stampa, dal Corriere dell’Umbria si apprende che il PD umbro avrebbe improvvisamente cambiato idea e deciso di mettere in atto misure per ridurre i vitalizi: perché non lo portate in Aula, se esiste?
Dopo due anni e mezzo di loro omissioni, silenzi, piazzate e ancora nascondimenti, dopo due anni e mezzo di muro di gomma, alcuni esponenti PD direbbero che qualcosa si può fare. Permetteteci di essere diffidenti, visto com’è finita in Parlamento: siamo solo dinanzi a un bluff pre elettorale?
In ogni caso, se si vuole seriamente seguire l’esempio della Toscana e dell’Emilia, la nostra proposta è già depositata da dicembre e si può approvare in brevissimo tempo, facendo risparmiare da subito risorse preziosissime.
Peccato che la sensazione sia quella di trovarci dinanzi a un’autentica bufala, l’ennesima del PD e della corrispondente melassa di centrodestra che, sul punto, poco o nulla ha detto. Proprio due gocce d’acqua, unite nel nome della casta. Del privilegio
Andrea Liberati – Maria Grazia Carbonari
M5S Regione Umbria