Home _In evidenza Lettera aperta ad ANAS: investimenti pesanti sulla sicurezza.

Lettera aperta ad ANAS: investimenti pesanti sulla sicurezza.

76
0
SHARE
svincolo terni-nord

ANAS
COORDINAMENTO TERRITORIALE TOSCANA-MARCHE-UMBRIA
Ing. Raffaele Celia

Gentile dirigente,

la presente per sensibilizzarla in merito alla grave pericolosità degli svincoli di Terni Ovest e Terni Nord (SS 675 – R.A.T.O), totalmente inadeguati non solo rispetto ai flussi di traffico odierno, ma anche agli attuali standard di sicurezza.

Un esempio tra altri. I tanti che quotidianamente entrano in superstrada, provenendo dal centro della città di Terni e in direzione Orte, trovano un primo ostacolo nella visuale, non potendo minimamente capire chi stia sopraggiungendo da Spoleto. Nessuno ha infatti mai provveduto a contenere le interferenze legate ad alberature confusamente sviluppatesi lungo la rampa. Poi, gli stessi automobilisti diretti a Orte, nell’accedere alla superstrada, hanno a che fare con una corsia di accelerazione strettissima, ricavata sul margine di un cavalcavia ove peraltro le barriere laterali risalgono agli anni ’70, con tutti i rischi del caso. Corsia di accelerazione, inoltre, particolarmente corta per far spazio a quella successiva, di decelerazione, utile a coloro che, sopraggiungendo da Spoleto, fossero diretti a Terni centro, ma rischiando di investire chi sta dirigendosi verso Orte per lasciarsi finalmente dietro queste debolezze progettuali.

Come immagino ben sappia, tutto ciò si registra nel breve volgere di 200 metri: poiché sono 40 anni che nessuno mette mano a questa situazione, occorre che finalmente ANAS investa subito risorse per Terni e per queste rampe -i cui margini, come altrove, restano poi usualmente luridi, con conseguenti danni per l’immagine della città e dell’Umbria.

Nell’attesa che si concluda un accurato esame per quanto accaduto sulla nuova SS 79 BIS -dal caotico svincolo di Terni Est a quello ancora favoleggiato di Piediluco, passando per i noti tunnel; nella certezza inoltre che, entro breve, interverrete per ripristinare un durevole manto bituminoso sul Raccordo Terni-Orte, ma anche per installare sistemi di ritenzione laterale lungo la stessa strada, procedendo altresì presto a illuminare in maniera energeticamente efficiente e sostenibile lo svincolo sulla c.d. Marattana della ex Terni-Rieti (a voler tacere dei tanti altri altrettanto bui dell’intera E/45 e del R.A.T.O.), nonché auspicabilmente a realizzare la rotonda tuttora mancante all’incrocio tra la medesima ex Terni-Rieti e Strada delle Campore, la prego cortesemente di provvedere in modo prioritario e tempestivo alla progettazione preliminare di rampe riqualificate per Terni Ovest e Terni Nord, prevedendo l’allargamento del ponte su Viale Eroi dell’Aria, con la possibilità di rendere servizi finalmente adeguati in favore della sottostante area urbana, ricavandovi marciapiedi e piste ciclabili oggi inesistenti, nell’auspicio che la stessa area sia posta in sicurezza, considerando pure il rischio di caduta di mezzi in movimento e di oggetti, in caso di incidente sul cavalcavia.

In attesa di riscontro, invio molti cordiali saluti